Questo sito utilizza i cookies, navigandolo accetti la relativa policy descritta nella pagina Privacy e cookies
il tuo carrello
il tuo carrello
Home
Page
Il numero
in edicola
Come
abbonarsi
Accade in
Conservatorio
Numeri
arretrati
Archivio
dal 1995
Offerte
commerciali
Pagine
Musica
Pubblicità
su Suonare.it
Seicorde,
solo chitarra
Contatta
la redazione
I sondaggi
di Suonare
Dati e
numeri


Fai di Suonare.it
la tua pagina iniziale!



Ricevi gratis
la newsletter di Suonare news

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione




Suonare News gennaio 2022 Editoriale
 

La pandemia non ferma la voglia di musica
di Filippo Michelangeli

Partenza in grande spolvero per questo 2022, con i due concerti di Capodanno – da Vienna e da Venezia – che hanno richiamato davanti al piccolo schermo 6 milioni di telespettatori. Restano ancora tante incertezze e preoccupazioni per lo spettacolo dal vivo


Prima di tutto:buon anno. Un augurio che in questi momenti di grande incertezza legati alla pandemia viene formulato anche come incoraggiamento a sentirci tutti uniti e solidali nell‘affrontare la fase storica più dura in Italia, dal punto di vista sociale ed economico, dal secondo dopoguerra.
In verità il 2022, restando in campo musicale, è partito bene. Mentre stiamo andando in stampa con qualche giorno di ritardo – di cui ci scusiamo con i lettori – si sono appena conclusi i due tradizionali concerti di Capodanno da Vienna e da Venezia. Entrambi gli eventi sono stati trasmessi dalla Rai ed è stato un boom di ascolti in televisione, con quasi 6 milioni di italiani davanti al piccolo schermo.
Il concerto dalla Fenice di Venezia, diretto da Fabio Luisi, trasmesso in diretta su Raiuno alle h. 12,20, ha avuto 3.652.000 spettatori con il 23,5% di share. Un‘ora dopo il concerto dal Musikverein di Vienna diretto da Daniel Barenboim, trasmesso in differita su Raidue alle h. 13,30, ha richiamato 2.344.000 spettatori con il 14,7% di share.
Venezia, quindi, ha battuto Vienna, ma va tenuto conto che il concerto dalla Laguna ha potuto godere della diretta ed è stato trasmesso sulla rete ammiraglia del servizio pubblico nazionale.
La voglia di musica non si è mai fermata.
Tuttavia, diciamo la verità: quando all‘inizio della pandemia, febbraio 2020, gli esperti ci dicevano che ne avremmo avuto per due anni – come ai tempi della famigerata “spagnola” – abbiamo tutti pensato che fossero delle Cassandre.
Adesso che i due anni stanno per passare e, malgrado vaccini, prime, seconde, terze dosi, distanziamenti, gel, mascherine, siamo ancora dentro la pandemia con milioni di positivi, le Cassandre di allora ci appaiono come inguaribili ottimisti.
Per lo spettacolo dal vivo, quindi, anche il 2022 si apre in affanno. Anche se, ricordiamolo per chi se lo fosse dimenticato, l‘anno scorso a quest‘epoca era tutto chiuso. Adesso, malgrado le comprensibili defezioni del pubblico, teatri, auditorium e cinema sono aperti.
Tuttavia basta uscire la sera per rendersi conto che l‘agognato ritorno delle capienza delle sale al cento per cento dei posti al momento è una pia speranza. Nei mesi scorsi non mi è ancora capitato di ascoltare un concerto sold out e, stante la recrudescenza del virus, pare improbabile possa accadere nel breve periodo.
Tra le note positive va certamente evidenziato che tutto il comparto Afam, l‘Alta formazione artistica e musicale, è rimasto sempre aperto e assicura dall‘inizio dell‘anno accademico lezioni in presenza. Per l‘insegnamento di uno strumento musicale è una condizione insurrogabile dalla didattica a distanza.
È sempre bello e di buon auspicio vedere nel primo numero dell‘anno di Suonare news campeggiare le facce belle e appassionate dei giovani che si sono appena laureati nei Conservatori italiani. Sono circa seimila ragazzi che, terminati gli studi, dovranno affrontare la prova più difficile: trovare la loro strada nel mondo della musica e un posto di lavoro. Dobbiamo mettercela tutta anche per loro, per non deludere le loro aspettative.

 

 

Copyright © Michelangeli Editore - Tutti i diritti riservati. - hosting and web editor www.promonet.it

Michelangeli Editore S.r.l. viale Lombardia, 5 - 20131 MILANO
CF e P.IVA 10700160152